Federazioni Distretti Italiani
 
 

Distretto del legno e mobili di Pesaro - Fossombrone - Piandimeleto

Torna: Marche
Torna: Arredo casa

Sede del Distretto
Dal punto di vista territoriale, il Distretto è composto da 30 comuni appartenenti alla provincia di Pesaro-Urbino:
Belforte all’Isauro, Carpegna, Cartoceto, Colbordolo, Fano, Fermignano, Fossombrone, Frontino, Isola del Piano, Lunano, Mercatino Conca, Lombaroccio, Montecalvo in Foglia, Monteciccardo, Montefelcino Montegrimano, Montelabbate, Montemaggiore al Metauro, Pesaro, Petriano, Piandimeleto, Saltara, San Costanzo, Sant’Angelo in Zizzola, Sant’Ippolito, Sassofeltrio, Serrungarina, Tavolato, Tavullia, Urbino.

Specializzazione produttiva
Le imprese del Distretto sono specializzate nella costruzione di mobili in legno (soggiorni e camere da letto, ecc.). Il secondo comparto per importanza è quello delle cucine, da molti autori considerato la specializzazione del distretto, in virtù della presenza di diverse imprese leader sui mercati nazionali e internazionali. A sostegno e complemento delle attività della filiera principale, si sono sviluppate negli anni alcune specializzazioni produttive correlate quali il comparto meccanico, quello della lavorazione del vetro, così come alcuni servizi commerciali.
 
Caratteristiche del distretto
La provincia di Pesaro-Urbino rappresenta il terzo polo italiano del mobile, dopo quello della Brianza e di Treviso-Pordenone e, come essi, copre un’ampia gamma di produzioni mobiliere (dai mobili per la casa all’arredamento per ufficio), pur presentando una forte specializzazione sulle cucine; si caratterizza, però, per imprese di dimensioni medie più piccole e per una minore propensione all’internazionalizzazione. L’organizzazione della produzione prevede u’accentuata scomposizione verticale del ciclo produttivo, che si accompagna però ad una maggiore intensità dei legami tra imprese lungo la filiera: si consolidano rapporti che configurano una gerarchia di fatto, imperniata sull’impresa capofila che svolge le funzioni strategiche (progettazione, assemblaggio, commercializzazione dei prodotti), si confronta con il mercato finale e  coordina in modo sequenziale la produzione dei diversi componenti del prodotto finito, instaurando legami di fornitura, subfornitura e terzismo. Tale strategia è stata perseguita soprattutto dai grandi cucinieri, che realizzano prodotti di qualità medio-alta, puntando sulla varietà di gamma, sull’immagine, sul marchio, oltre che sul controllo della fase distributiva.
Il distretto sta assistendo, insieme agli altri distretti mobilieri italiani, ad una serie di cambiamenti del contesto competitivo: ingresso e affermazione sui mercati mondiali dei produttori presenti nei paesi a basso costo del lavoro, che erodono quote sulle fasce basse della gamma produttiva; maturità dei mercati dei paesi industrializzati, con la necessità di rivitalizzare la domanda attraverso un diverso rapporto con la clientela (personalizzazione, politiche di immagine e di marketing) e un innalzamento qualitativo e di design dei prodotti; modificazioni della struttura distributiva, indotte sia dall'entrata di nuovi soggetti che adottano nuove formule commerciali (negozi monomarca e grande distribuzione organizzata), sia dalla necessità di presidiare maggiormente i mercati, perseguendo nuove politiche di marketing e coinvolgendo il settore a valle, caratterizzato in Italia da un’alta frammentazione.
 
Ente di riferimento
Comitato di Indirizzo e Coordinamento (CO.I.CO.)
c/o La Provincia di Pesaro e Urbino – Via Gramsci, 4   61100 Pesaro
Tel. +39.0721.3593.00/03/76 Fax. 39.0721.359409
http://www.centrostudi.provincia.pu.it
www.provincia.ps.it/DistrettoMobile
mail: DistrettoMobile@Provincia.ps.it

Riconoscimento normativo regionale
La Regione Marche ha riconosciuto 26 distretti industriali. Tra questi 3 sono specializzati nel settore Legno – Mobili: si tratta dei distretti di Piandimeleto, Fossombrone e Pesaro. Tali Distretti sono stati riconosciuti con la Delibera del Consiglio Regionale n. 259 del 29.07.1999.

Dati quantitativi

N. Imprese (2014) 1.899 Var.% Imprese (2013/2014) -0,47
N. Imprese fino a 49 addetti (2013) 1.553 Var.% Imprese fino a 49 addetti (2012/2013) -4,31
N. Addetti (2013) 13.841 Var.% Addetti (2012/2013) -5,64
Export 2014 (Mln Euro) 422 Var.% Export (2013/2014) -6,63

N.B.:I dati riportati fanno riferimento ai principali ambiti merceologici di specializzazione del distretto (core business), cui possono aggiungersene altri che, essendo meno rilevanti, non vengono esposti singolarmente ma sono comunque inclusi nell’eventuale colonna del totale.
Tutti i dati presentati riguardano l’intero territorio provinciale sul quale insiste il distretto.

 
UNIONCAMERE
Istituto Guglielmo Tagliacarne
OSSERVATORIO NAZIONALE DISTRETTI ITALIANI
SEDE SEGRETERIA
c/o Unioncamere Veneto
Via delle Industrie 19/D - Edificio Lybra
30175 Marghera - Venezia
Tel. +39 041 0999 337 - Fax +39 041 0999 303
Cod. Fisc. 90032590029
crediti: Representa
representa.it